maggio 29, 2010

Premio Nazionale di Poesia Inedita “Dino Bavona” 2010

“L’ortica”

Premio Speciale della Giuria

sabato 29 maggio 2010, ore 21:00, Montepascali (Gr)

“Espressione vagamente ermetica che, nel tono, volutamente, minuscolo, si esprime con grande efficacia e comunica la fame di luce e di speranza che”copre di spine” l’anima : di fuori il vociare inutile, dentro l’urlo senza suono dell’angoscia.”

maggio 14, 2010

La spugna

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

Originale, femminile, vivace. Declinerei così la silloge poetica di Lella De Marchi, l’autrice che mi ha piacevolmente sorpreso perché è stata in grado di entrarmi in testa con quel suo lessico non declamatorio ma selezionato, fine, che ha saputo fare suo, volendo intessere trame linguisticamente rilevanti, piacevoli all’orecchio, significative.

Versi legati da un piacevole gioco di ‘scavalcamento’ (enjambement), che accompagna la maggior parte delle composizioni quasi a legarle con un’onda che ne regoli la portata. Versi lucidi, di forme e di mutazioni, di frazionamenti e aggregazioni. Atomi che se ne vanno, atomi che tornano.

Quella della De Marchi è una poesia cauta e sensuale, sebbene non mantenga le stesse caratteristiche dappertutto. Qui, in testi quasi modulati sugli accenti e la brevità degli haiku, come una spugna, la stessa del titolo e delle intenzioni, la parola accarezza la turbolenza degli addii (alle forme, alle idee, agli affetti, ai pensieri) e la consapevolezza dei ritorni; si disgrega nei significati e aggrega ancora e ancora se stessa a se stessa, testimoniando le metamorfosi dell’essere e del dire, prospettando una fisicità che non è solo quella della figura narrante, quanto anche quella del pensiero – che si fa e disfa, che arretra e colonizza.

Alessandra Di Gregorio

http://scritturainforma.wordpress.com

maggio 12, 2010

ci sono movimenti verso l’alto. e movimenti verso il basso. laterali e circolari. ellittici. e a spirale. ma i “movimenti impossibili” sono quelli che preferisco. sono spesso disabitati, ma se incontri qualcuno è amore. poichè è quasi impossibile che molti cerchino lo stesso impossibile.

Aforisma I, 13 maggio 2010

maggio 1, 2010